EurocomItalia s.r.l.   Via sicilia s.n.c. ( strada perazzo ) 04010  Sezze Stazione (LT) +39 0773.800033 info@eurocomitalia.it 344.3848117

Criteri ambientali minimi e GPP

Il GPP (Green Public Procurement / Acquisti Pubblici Verdi) è definito dalla Commissione europea come “l’approccio in base al quale le Amministrazioni Pubbliche integrano i criteri ambientali in tutte le fasi del processo di acquisto, incoraggiando la diffusione di tecnologie ambientali e lo sviluppo di prodotti validi sotto il profilo ambientale, attraverso la ricerca e la scelta dei risultati e delle soluzioni che hanno il minore impatto possibile sull’ambiente lungo l’intero ciclo di vita”.

A cosa serve il GPP?
Il GPP è uno strumento di politica ambientale atto a favorire lo sviluppo di un mercato di prodotti e servizi a ridotto impatto ambientale attraverso la leva della domanda pubblica. Le amministrazioni pubbliche che intraprendono azioni di GPP si impegnano sia a razionalizzare acquisti e consumi che ad incrementare la qualità ambientale delle proprie forniture ed affidamenti.

Quali sono gli obiettivi del GPP?
Gli obiettivi del GPP sono:

Riduzione degli impatti ambientali
Tutela della competitività
Stimolo all’innovazione
Razionalizzazione della spesa pubblica
Integrazione dei valori ambientali nelle altre politiche dell’ente
Miglioramento dell’immagine della pubblica amministrazione
Diffusione di modelli di consumo e di acquisto sostenibili
Accrescimento delle competenze degli acquirenti pubblici
Miglioramento della competitività delle imprese
Che cosa significa CAM?
I CAM (Criteri Ambientali Minimi) sono i requisiti ambientali definiti per le varie fasi del processo di acquisto, volti a individuare la soluzione progettuale, il prodotto o il servizio migliore sotto il profilo ambientale lungo il ciclo di vita.

In Italia, l’efficacia dei CAM è stata assicurata grazie all’art. 18 della Legge 221/2015 e, successivamente, all’art. 34 recante “Criteri di sostenibilità energetica e ambientale” del D.lgs. 50/2016 “Codice degli appalti” (modificato dal D.lgs 56/2017), che ne hanno reso obbligatoria l’applicazione da parte di tutte le stazioni appaltanti.

Questo obbligo garantisce che la politica nazionale in materia di appalti pubblici verdi sia incisiva non solo nell’obiettivo di ridurre gli impatti ambientali, ma nell’obiettivo di promuovere modelli di produzione e consumo più sostenibili, “circolari “ e nel diffondere l’occupazione “verde”. Oltre alla valorizzazione della qualità ambientale e al rispetto dei criteri sociali, l’applicazione dei Criteri Ambientali Minimi risponde anche all’esigenza della Pubblica amministrazione di razionalizzare i propri consumi, riducendone ove possibile la spesa. I CAM (Criteri Ambientali Minimi) sono stati previsti dal GPP (Green Public Procurement) lo strumento di politica ambientale previsto per tutte le pubbliche amministrazioni Europee.



 
EurocomItalia è da sempre impegnata nella progettazione e produzione di parchi gioco , aredi ed elementi di illuminazione sostenibili, è in grado di fornire articoli che rientrano nei parametri previsti dal GPP con dichiarazione di prodotto 14021 -14025.
Il nostro materiale è 100% riciclato ( materia prima seconda ) certificato dall'organismo I.P.P.R. ( istituto per le plastiche riciclate ).
Siamo inoltre certificati ISO 9001 e ISO 14001 , tutti le attrezzature ludiche di nostra produzione sono certificate secondo UNI EN 1176 e coperti da polizza RC PRODOTTI.
L'utilizzo del nostro materiale negli acquisti pubblici è sinonimo non solo di ottima cultura del riciclo ma permette alle amministrazioni di essere in linea al 100% con il CAM( criteri ambientali minimi )  cosi in alcuni casi dando anche accesso a premi e convenzioni di tipo economico.
In particolare i prodotti in plastica riciclata costruiti con il materiale STRONGPLAST sono citati esplicitamente in gazzetta ufficiale del 02-03-2015 "CRITERI AMBIENTALI MINIMI PER L’ACQUISTO DI ARTICOLI PER L’ARREDO URBANO" al paragrafo 4 comma 2 .
 
ESTRATTO GAZZETTA UFFICIALE CAM
 

Argomenti correlati :